segreteria.oracon@oracon.it
+39 030 3532540

omaggi natalizi ai clienti

Omaggi Natalizi, cosa prevede la normativa fiscale

In vista delle imminenti festività vi riepiloghiamo brevemente la normativa fiscale vigente in materia di omaggi Natalizi.

Omaggi Natalizi ai clienti

Se il valore arriva fino a 50 euro, il costo è integralmente deducibile e la relativa Iva è totalmente detraibile (art 19-bis1, comma 1 lettera h) del DPR 633/1972.

La cessione gratuita di detti beni è esclusa da Iva (art 2 comma 2, n.4 DPR 633/1972) e pertanto non richiede l’emissione di alcun documento fiscale (fattura o ricevuta) anche se è consigliabile l’emissione di DDT con causale “Omaggio” per certificare l’identità del destinatario e quindi poter dimostrare l’inerenza della spesa rispetto all’attività aziendale.

Omaggi Natalizi a clienti di valore superiore a 50 euro. Sono considerate spese di rappresentanza, ossia operazioni fornite gratuitamente al fine di divulgare, diffondere e consolidare l’immagine dell’impresa sul mercato.

Tali spese sono deducibili dal reddito seguendo le seguenti norme:

  • ricavi fino a 10 milioni deducibili nel limite del 1,5%
  • ricavi oltre 10 e fino a 50 milioni deducibili nel limite del 0.6%
  • ricavi oltre 50 milioni deducibili nel limite dello 0,4%

La quota eccedente tali limiti è totalmente indeducibile. L’Iva delle spese di rappresentanza è detraibile. Le spese di rappresentanza consistenti in spese relative a prestazioni alberghiere, alimenti e bevande sono deducibili nel limite del 75% del loro importo.

Omaggi Natalizi ai dipendenti

Il costo è integralmente deducibile ma la relativa Iva è totalmente indetraibile; l’omaggio in capo al dipendente non produce alcun effetto se di valore inferiore, nell’intero periodo d’imposta, ad euro 258,23.

Superando tale limite il valore dell’omaggio concorre interamente a formare reddito imponibile. Attenzione: nel calcolo della soglia di 258,23 euro vanno cumulate anche altre voci riconducibili alla fattispecie in esame (per esempio polizze assicurative extraprofessionali, fringe benefit).

Beni oggetto dell’attività dell’impresa

Vale quanto sopra riportato con le seguenti differenze:

a) l’Iva è sempre detraibile (a meno che non si scelga di non detrarla in acquisto per non assoggettare ad Iva la cessione gratuita)
b) la cessione del bene è imponibile Iva (a meno che non si sia scelto di non detrarre l’Iva in acquisto).

Lo Studio è a vostra disposizione per ogni chiarimento: 030. 8920686/ 030. 826811.

Scrivi un commento