segreteria.oracon@oracon.it
+39 030 3532540

linguaggio naturale nel settore della BI

Il linguaggio naturale rende più umani i dati della B.I.

Oggi, i fornitori di Business Intelligence offrono un’interfaccia di linguaggio naturale alle visualizzazioni, in modo che gli utenti possano interagire con i propri dati con naturalezza e fare domande così come le pensano, senza una conoscenza approfondita dello strumento di Business Intelligence. L’elaborazione del linguaggio naturale (Natural Language Processing) unisce, infatti, l’informatica e la linguistica per aiutare i computer a comprendere il significato del linguaggio umano.

Che cos’è il linguaggio naturale?

Per linguaggio naturale si intende la lingua che usiamo nella vita di tutti i giorni, come l’Inglese, il Russo, il Giapponese, il Cinese, ed è sinonimo di linguaggio umano, principalmente per poterlo distinguere dal linguaggio formale, incluso il linguaggio dei computer. L’elaborazione del linguaggio naturale, detta anche NLP (dall’inglese Natural Language Processing), è il processo di trattamento automatico mediante un calcolatore elettronico delle informazioni scritte o parlate in una lingua naturale.

Nel contesto della BI moderna, il linguaggio naturale viene applicato per supportare la conversazione analitica. Ovvero il sistema sfrutta il contesto della conversazione per comprendere l’intenzione dell’utente dietro una query e proseguire il dialogo, creando un’esperienza di conversazione più naturale. Ad esempio, quando una persona pone una domanda di follow-up ai propri dati, non deve riformulare la domanda per andare più in profondità o chiarire un’ambiguità.

L’apprendimento automatico permette ai sistemi di acquisire nel tempo una maggiore conoscenza del dominio, basata sui dati dell’azienda e sul tipo di domande fatte dagli utenti. Una delle caratteristiche principali della conversazione analitica è la possibilità di evitare le strade senza uscita, ma di fare una domanda, ottenere un risultato e archiviare la domanda originale.

Il linguaggio naturale rappresenta un cambiamento nel modo in cui le persone interrogano i propri dati.

Se le persone possono interagire con una visualizzazione come con una persona, si aprono aree del processo di analisi che erano riservate ai data scientist e agli analisti esperti. Gli utenti non sono limitati dalle loro capacità di analisi, soltanto dall’ampiezza delle loro domande. Consente inoltre agli utenti avanzati di rispondere a domande più approfondite in meno tempo e di offrire funzionalità più interessanti nella dashboard.

Con la crescita del linguaggio naturale nel settore della BI, cadranno gli ostacoli per l’adozione dell’analisi nelle organizzazioni e per incorporare sempre di più i dati nella cultura del lavoro.

I consulenti di BP Management sono a tua disposizione per un check up gratuito della situazione della tua azienda. Contattaci: 030.3532540. 

Scrivi un commento