segreteria.oracon@oracon.it
+39 030 3532540

organo di controllo circolare

Circolare Oracon sulle scadenze di novembre

Nella circolare di novembre le nuove regole sulle detrazioni IVA, la definizione di liti pendentie a tutte le informazioni utili per i clienti Oracon.

Scadenze principali

16 novembre: versamento Iva mensile, Iva trimestrale, ritenute, contributi
30 novembre: versamento II acconto Irpef, Ires, Irap, Inps IVS

Detrazione Iva

Cambiano ancora una volta le regole per liquidare l’Iva: con decorrenza dal 16 novembre 2018 (D.L. n.119/2018 che riformula il DPR n.100/1998) sarà infatti possibile detrarre l’Iva anche per le fatture ricevute nei primi giorni del mese successivo, così allineando l’obbligo di versamento d’imposta da parte del fornitore (Iva a debito) con quello di detrazione del cliente (Iva a credito). Quindi, se il cessionario/committente riceve per esempio nei primi 15 giorni di novembre una fattura relativa a operazioni effettuate nel corso del mese di ottobre, potrà detrarre l’Iva nella successiva liquidazione del 16 novembre. La norma è in vigore dal 24 ottobre 2018.

Stralcio dei debiti inferiori a 1000 euro

Stralcio automatico dei debiti residui, fino a 1000 euro, affidati agli agenti della riscossione dal 2000 al 2010.

Definizione liti pendenti

Il DL. 119/2018 introduce la possibilità di definire le liti pendenti in ogni stato e grado del giudizio. La norma prevede il pagamento del valore della controversia, cioè l’intero importo chiesto a titolo di imposte, esclusi interessi e sanzioni.
In caso di soccombenza del Fisco in 1° grado, si paga il 50% della controversia; in caso di soccombenza del Fisco in 2° grado, si paga il 20% della controversia.

La legge di bilancio 2019 in pillole

Ecco in sintesi cosa prevede la nuova legge di bilancio. Si ricorda che il provvedimento è provvisorio:

  • Esaurimento del super ammortamento fiscale per i beni strumentali e proroga dell’iper ammortamento ma con aliquota decrescente all’aumentare degli investimenti
  • Ridimensionamento del credito d’imposta per investimenti in ricerca e sviluppo; eliminato il credito d’imposta per attività di formazione 4.0
  • Riduzione dell’Ires al 15% per investimenti in assunzioni, anche a tempo determinato e in beni strumentali, sempre che la spesa sia incrementata rispetto ai costi 2018
  • Eliminazione di Iri (imposta sul reddito degli imprenditori) e Ace (aiuto alla crescita economica)
  • Rifinanziamento della Sabatini
  • Flat tax del 20% di tassazione del reddito determinato con criteri ordinari per contribuenti con ricavi fino a 100.000 euro per imprese individuali e lavoratori autonomi
  • Flat tax del 15% di tassazione del reddito determinato con regime forfettario per imprese individuali e lavoratori autonomi
  • Conferma delle agevolazioni fiscali sulla casa (ecobonus, bonus ristrutturazioni, bonus mobili e bonus verde)
  • Estensione del regime della “cedolare secca” alle locazioni di immobili ad uso commerciale con superficie fino a 600 mq.

Lo Studio è a vostra disposizione per ogni chiarimento: 030. 8920686/ 030. 826811.

Scrivi un commento